Il progetto

Il progetto RESUSCI-FI nasce dall’analisi delle Linee Guida ILCOR 2020 secondo American Heart Association con i seguenti obbiettivi:

  • Migliorare la performance dei Team
  • Enfatizzare il lavoro di squadra
  • Migliorare l’outcome dei sopravvissuti
  • Preservare il benessere dei soccorritori

Infatti, nelle recenti Linee Guida si enfatizza lo sviluppo di sedute “Booster”, ovvero delle sessioni di ri-addestramento frequenti nel tempo ma di breve durata. Queste sono risultate efficaci nel mantenere elevate le prestazioni del Team di Rianimazione, migliorando. di conseguenza, l’esito della procedura.

Un ulteriore novità rispetto alle LG precedenti è l’introduzione di un 6° anello ” Recovery post-evento”. Questa fase è rivolta sia al paziente, e include percorsi di riabilitazione per il recupero delle funzioni eventualmente deficitarie, sia al soccorritore che può necessitare di aiuto per superare lo stress causato dalla rianimazione, indipendentemente dall’esito della stessa.

Struttura

Il progetto RESUSCI-FI di SimAID ITC prevede la sequente organizzazione

  • Addestramento – I soccorritori sono formati con curriculim BLS per personale sanitario di American Heart Association (BLS for Healthcare Provider)

  • Booster – I soccorritori partecipano a sessioni di ri-addestramento e debriefing. Tali eventi sono monitorati da istruttore o facilitatore, sono erogate con manichini dotati di feedback elettronico e possono essere organizzate da 2 a 4 volte l’anno.

  • Recovery – I soccorritori, dopo eventi stressanti, possono richiedere l’attivazione di un evento di recovery. Questo è composto da:

    • Debriefing informale, subito successivo all’evento, tra i membri del team
    • Debriefing formale, mediato da un facilitatore e organizzato in un momento successivo, con lo scopo di analizzare l’evento confrontandolo con le Linee Guida.

    Nel Recovery rientrano anche eventi estemporanei di promozione alla salute organizzati da SimAID (es. eventi all’aperto, webinair)